ANCORA PRETI – EP.8 PROVA EMPIRICA


Voci: Guglielmo Favilla (non prete) e Fabrizio Odetto (parroco).
Doppiaggio: Paolo Armao.

Episodi pubblicati.

Prima stagione.

ANCORA PRETI – EP.7 PROVA CRISTOLOGICA


Voci: Guglielmo Favilla (non prete) e Fabrizio Odetto (parroco).
Doppiaggio: Paolo Armao.

Episodi pubblicati.

Prima stagione.

ANCORA PRETI – EP.6 PROVA ONTOLOGICA


Voci: Guglielmo Favilla (non prete) e Fabrizio Odetto (parroco).
Doppiaggio: Paolo Armao.

Episodi pubblicati.

Prima stagione.

LE MOLESTATRICI

Oggi parleremo di una storia triste, una storia che Francogian ha deciso di raccontare a condizione di restare anonimo, infatti il suo nome non è "Francogian", ma un suo anagramma.
Tutto è successo nel pieno centro di Madonna Bisarca, in provincia di Benevento, intorno alle otto di sera. «Stavo rientrando a casa dopo una passeggiata nel parco» racconta Francogian ancora visibilmente scosso, «volevo solo farmi una doccia e buttarmi sul divano a guardare la partita. Sono le piccole gioie del vivere da soli: sofficini, birra, partita». Piccole gioie che quella sera resteranno solo un irraggiungibile miraggio per Francogian, quarantadue anni, scapolo, tornitore alla Alcofond, molestato sulla soglia di casa da due giovani pervertite che nel giro della piccola criminalità sannita si fanno chiamare Monica Linguiski e Morbid Nurse.
«Mi si sono avvicinate mentre stavo cercando le chiavi di casa» racconta con un filo di voce, «non pensavo potessero essere pericolose».
«Una era alta, bionda, slanciata, probabilmente ventenne. Aveva una tutina denim che sarebbe stata stretta anche a una Barbie. L’altra invece era più bassa e maggiorata, vestita pressappoco come un’infermiera, solo che io ho capito subito che non era un’infermiera». I genitori di Francogian hanno lavorato in ospedale per oltre trent’anni e quel tipo di uniformi di lattice lui non le aveva mai viste. «Pensavo fossero due testimoni di Geova o qualcosa del genere, ci sono tanti fanatici dove abito io» (Pianeta Terra, ndr).
Le due donne hanno cominciato col fare pesanti apprezzamenti sul fisico di Francogian, ma lui inizialmente non si è preoccupato. Essendo un uomo tozzo, con la pancia sporgente e i ciuffi di peli che gli escono dalle orecchie, è abituato a essere importunato dalle donne. Stavolta però era diverso.
«Quando faccio per entrare in casa, quella alta mi chiede di seguirla. Io rimango paralizzato dalla paura, non dimenticherò mai quello sguardo pieno di libidine. Mi hanno costretto a sedermi su una panchina lì vicino, dicevano che se non avessi obbedito avrebbero sparso la voce che sono calvo. Dopo avermi stordito con facili lusinghe, l’infermiera si è sdraiata proprio davanti a me, ed è stato in quel momento che ho capito che non portava le mutande. Volevo morire. Intanto l’altra si leccava furiosamente i capezzoli, non ho idea di come ci riuscisse. Hanno fatto tutti i loro comodi davanti a me, neanche fossi un gatto. È stato terribile» conclude fra le lacrime, «ho perso moltissimi liquidi».
Giancofran è stato ritrovato in stato di shock in un bar poco distante, mentre affogava quei terribili ricordi nello Champagne.
«Ancora oggi mi sveglio in preda al turbamento per quello che ho visto, ma il dolore più grande è quello interiore».

ANCORA PRETI – EP.5 PROVA ANTROPICA


Voci: Guglielmo Favilla (non prete) e Fabrizio Odetto (parroco).
Doppiaggio: Paolo Armao.

Episodi pubblicati.

Prima stagione.

LE 12 CITTÀ PIÙ BELLE D’ITALIA

L’Italia è uno dei paesi più belli del mondo. Secoli di storia hanno dato a questo paese un patrimonio artistico unico. Credo sia per questo che noi italiani abbiamo tutti una cultura di un cierto spesore. Anche il più anonimo e insignificante dei paesini italiani, per esempio Locarno, sarebbe un'attrazione turistica di rilievo in Inghilterra, Francia o Germania Ovest, posti dove la gente si dà tante arie, ma non ha cose come Caravaggio, Prada o il bidè.
Ecco dunque le città più belle d'Italia, in ordine sparso e tutte visitate di persona con Google Street View, perché se in un posto non ci sei stato col computer, non puoi dire di conoscerlo veramente.

Il fascino senza tempo di Firenze


La bellezza incontaminata di Genova


La magia di Napoli


Vacanze da sogno a Catania


Quel non so che di esotico di Lecce


La quieta sobrietà di Venezia


Quell’atmosfera d’altri tempi di Palermo


L’accattivante compostezza di Torino


La composta accattivanza di Trieste


Un qualsiasi elaborato sinonimo di bellezza di Roma


Semplicemente Bologna

ANCORA PRETI – EP.4 POLITEISMO


Voci: Guglielmo Favilla (non prete) e Fabrizio Odetto (parroco).
Doppiaggio: Paolo Armao.

Episodi pubblicati.

Prima stagione.

IL DOTTORE